Forte di appartenere ad una terra ricca di colori, sapori e tradizioni, e ad un Paese che ha saputo fare della gastronomia e della moda i propri fiori all’occhiello, è di Anga Company la volontà di fare incontrare le tipicità del Made in Italy con chi in questa terra e in questo Paese non vive.
Anga Company nasce, infatti, in Emilia, industriosa regione brulicante di aziende conosciute a livello internazionale sia nel settore della moda sia in quello alimentare ed enogastronomico, e che vanta anche la presenza del primo museo al mondo del gelato.
L’idea imprenditoriale di diffondere il Made in Italy e l’Italian Style, attraverso punti vendita in franchising oltre confine, si è sviluppata a seguito di trascorse esperienze lavorative in paesi esteri che hanno dimostrato attenzione ed interesse verso le eccellenze italianeil gustolo stile e la creatività.

E portare all’estero il Sogno Italiano, quel gusto, quello stile e quella creatività, è, quindi, il core-business di Anga Company che, valicando i confini nazionali, intende veicolare nel mondo le eccellenze italiane come i prodotti enogastronomici tipici, tra i quali ruolo particolare, secondo la filosofia dell’Azienda, riveste il gelato artigianale, e come le maestrie della moda, sviluppando nei vari paesi attività commerciali ed imprenditoriali attraverso la formula del franchising.

I punti vendita (Gelaterie artigianali e Concept Store) già aperti in Repubblica Ceca, grazie al successo riscosso e quotidianamente rinnovato, sono la positiva risposta ad una formula imprenditoriale vincente ed al contempo la forza che ci incalza a dar vita a sempre più nuovi progetti per esportare la gastronomia e la moda italiane.
Qualità, Genuinità, Tipicità, Creatività, Varietà, Unicità, Accoglienza, Convivialità.
Questi i crismi cui Anga Company fedelmente si ispira, i pilastri su cui saldamente si regge.
“Perché Anga? Lungi da qualsivoglia derivazione greca o latina e da acronimi, Anga è la singolare e curiosa parola pronunciata dalla nostra nipotina per indicare la Luna la prima volta che, con sguardo ammirato, si è accorta del nostro,unico, satellite naturale. Quale miglior termine, dunque, per indicare il Sogno italiano? La Luna, che illumina la notte, simbolo di mistero, di immaginazione, di riti magici, di processi ciclici, di traguardi, di sogni …”